Categorie

Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Pagamento

Parassiti intestinali Non ci sono prodotti.

Parassiti intestinali

I parassiti intestinali si dividono in protozoi e metazoi, cioè in organismi unicellulari e pluricellulari. Come tali, i parassiti protozoi hanno dimensioni particolarmente ridotte (generalmente nell'ordine di pochi μm), mentre i metazoi presentano strutture complesse, differenziamento tissutale e dimensioni decisamente superiori (da pochi mm ad alcuni metri). I metazoi che interessano la medicina umana, gli elminti (o vermi intestinali), sono distinti in vermi cilindrici - i nematodi - ed in vermi piatti, i platelminti.

I parassiti intestinali più comuni al mondo sono Giardia lamblia, Dientamoeba fragilis, Entamoeba histolytica, Cryptosporidium sp., Isospora bell e Balantidium coli tra i protozoi, Enterobius vermicularis, Ascaris lumbricoides (ascaridiasi), , Schistosoma spp. e Taenia spp. (Taenia saginata - dei bovini - e Taenia solium - dei maiali - Verme solitario -) tra i metazoi.

I sintomi più comuni si registrano a livello gastro-intestinale, con dolori addominali, prurito anale, nausea, vomito, coliti, emorragie rettali e costipazione o diarrea fino alla dissenteria. Possono inoltre comparire anemie e deficit di vitamina B12 o di altri micronutrienti, ittero, eritemi o ulcere cutanee, tosse, miositi e problemi a livello uro-genitale, con malessere generale, febbre, brividi, debolezza, mal di testa e sudorazione notturna.

Non ci sono prodotti in questa categoria.